Recentemente l'Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) ha pubblicato il terzo aggiornamento della sua Guida operativa al Superbonus 110% e alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2021.

Si tratta dell’ennesimo ottimo strumento di consultazione (allegato) resosi necessario per allineare i contenuti della precedente guida operativa ANCE alle modifiche apportate dalle norme emanate nell’ultima parte dell’anno (ad esempio con la legge 30 dicembre 2020, n. 178 - c.d. Legge di Bilancio 2021- sono stati sostanzialmente modificati gli articoli 119 e 121 del Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 - c.d. Decreto Rilancio).

Tra le principali modifiche si segnalano:

  • la proroga dell'orizzonte temporale;
  • l’estensione del superbonus 110% anche agli interventi per la coibentazione del tetto, agli edifici privi di APE e agli interventi per l'eliminazione della barriere architettoniche;
  • la puntuale definizione di unità immobiliari funzionalmente indipendenti;
  • l'inserimento tra i beneficiari degli edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche;
  • la proroga al 31 dicembre 2022 per le opzioni alternative alla fruizione diretta del superbonus (sconto in fattura e cessione del credito).

Nonostante il nobile intento di rendere bonus e superbonus opportunità straordinarie per il rilancio del settore delle costruzioni e quindi dell’occupazione, tutto queste norme e guide non stanno dando i frutti attesi e qualcosa non deve aver funzionato se alla fine del 2020 solo 200 pratiche erano state presentate all’Enea.

Rispetto a questa situazione di stallo (che lentamente e a fatica sta ripartendo a gennaio), molti ritengono che la causa principale del rallentato avvio sia da attribuire alla eccessiva complessità burocratica. Conseguentemente si sta generando una diffusa diffidenza verso questi strumenti, a partire da parte dei proprietari per arrivare a tutti gli altri attori della filiera delle costruzioni, nonché al mondo del credito, chiamato ad assistere e sostenere il processo di ristrutturazione del malandato patrimonio immobiliare italiano.

Rispetto a tutti questi aspetti connessi ad un argomento di stretta attualità, l’approfondita analisi condotta sui documenti e sul campo da parte del nostro Coordinatore della Sezione di Ragusa di E-Valuations Alessandro Aronica, consentirà di fornire il prossimo 12 febbraio una serie di chiarimenti ed esempi nel corso del webinar organizzato proprio su questo tema da E-Valuations.

Il webinar confermerà che il superbonus e le altre opportunità offerte dalle recenti norme approvate dal Governo e dal Parlamento sono un’occasione sicuramente da valutare e da non perdere per riqualificare dal punto di vista energetico e sismico il nostro patrimonio edilizio. Tuttavia non si possono nascondere le difficoltà che molti utilizzatori stanno incontrando in fase preliminare, in particolare in relazione alla corretta progettazione e alla scelta dei materiali, alla predisposizione del computo con tutte le giuste categoria d'opera, nonchè nella definizione di tutti i dati essenziali sia nella trasmissione dei dati all'ENEA sia per la predisposizione dell'onorario.

Anche in questo caso, diventa quindi fondamentale il ricorso ad un professionista qualificato ed aggiornato sulle procedure e su tutta la normativa inerente il settore dei bonus e delle opportunità offerte dal settore bancario ai fini della cessione del credito. E mai come in questo caso si conferma che … se credi che un bravo professionista costi troppo, è perché non sai quanto ti costerà un incompetente.

Categorie:
Seminari