Un interessante approfondimento sul tema da parte di Luca Dondi (AD di Nomisma) è stato pubblicato oggi da Monitorimmobiliare.

Prendendo spunto dal recente aggiornamento delle Linee Guida per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie elaborate dall'ABI, Luca Dondi riporta una serie di considerazioni sul lavoro dei professionisti chiamati a valutare gli immobili in ambito bancario, sulle crescenti prescrizioni rispetto alla loro preparazione e professionalità, a cui non corrisponde il tanto declamato equo compenso.

Ovviamente il tema in oggetto non è limitato al solo mondo bancario. Tuttavia in questo settore le linee guida per la valutazione immobiliare sono state adottate ufficialmente da oltre il 80% degli istituti bancari italiani (fonte ABI), per cui sarebbe auspicabile che il relativo Organismo di Vigilanza faccia quanto necessario per la tutela del pubblico risparmio, tra cui la verifica dell'effettiva applicazione di tutti i principi e gli standard indicati in tali Linee Guida per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie.

Ci auguriamo, come ribadito anche da Luca Dondi ... che qualcuno suoni la campanella di fine ricreazione.

Fonte: MonitorImmobiliare

Categorie:
Linee Guida ABI per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie